toggle menu

Biagio Antonacci - L'addio che mancava



Ecco l'addio che mancava
Non siamo in un bosco
Tutto pensavo
Ma mai d'incontrarti
Tu senza saperlo
Imbucavi una busta
Non l’hai fatto apposta
È la solita posta
E io che passavo
In bici per caso
Avevo un gelato al limone
E un'idea mangiarlo guidando
Un po' senza mani
Perché l'equilibrio
Va sempre allenato

È primavera
Sediamoci fuori prendi qualcosa
Briciole sparse
Il cliente di prima non era molto educato
Nemmeno ha finito
Festa per tutti i piccioni
Che forse stanno assistendo
A l'addio che mancava
A l'addio che mancava
Ecco l'addio che mancava
E ancora mi parli di tutti
I motivi per cui sei partita
Valigie mai piene
Biglietti sbiaditi
E tutti quei viaggi
Serviti a tornare
Ricordo il profilo
Piangevo e capivo
Roma aveva qualcosa da dire
Da lì fino adesso
Sei stata inviolata
Nessuna energia
Ti ha sostituita

È primavera
Sediamoci fuori
Prendi qualcosa
Briciole sparse
Il cliente di prima
Non era molto educato
Nemmeno ha finito
Festa per tutti i piccioni
Che forse stanno assistendo
A l'addio che mancava
Non c'è domani mai
Never and ever forever you'll never be alone
Non c'è domani mai è primavera
Sediamoci fuori prendi qualcosa
Briciole sparse
Il cliente di prima
Non era molto educato
Nemmeno ha finito
Festa per tutti i piccioni
Che forse stanno assistendo
A l'addio che mancava
A l'addio che mancava l'addio che è mancato