toggle menu

Gente De Borgata - Operaio



[Ritornello: Simo (GDB) & Il Turco]
Dalla parte dell'operaio, carte false pe' resiste, pe' dacce n'tajo
Te statte calmo e stacce a n'palmo, non pensare che cambio che tanto non cambio

Spacca l'opinione 'sto stile, ne giacca ne cravatta ne un copione da seguire
La gente non sogna se non riesce a dormire, rimane giù all'inferno se non riesce a salire

[Strofa 1: Il Turco]
Dalla parte dell'operaio
Da 'na vita co' la gente che va al contrario
Aspettamo il treno ma sdraiati sul binario
Non famo tornà i conti se non famo straordinario
Torno a casa che puzzo de fritto
E m'attacco ar cazzo se non pago l'affitto
Afflitto un relitto nel mare
Senza salvagente qua niente mi può salvare
Cosa vale, cosa non vale
Non capire cosa fare qua è cosa normale
Spremuto fino all'osso non mi posso riposare
Corro finchè posso e ce lo sai che è regolare
Dalla parte del disperato
Che col sangue ancora paga i conti dello stato
Come un cane per il pane viene bastonato
E continua fino a che non viene consumato

[Ritornello: Simo (GDB) & Il Turco]
Dalla parte dell'operaio, carte false pe' resiste, pe' dacce n'tajo
Te statte calmo e stacce a n'palmo, non pensare che cambio che tanto non cambio
Spacca l'opinione 'sto stile, ne giacca ne cravatta ne un copione da seguire
La gente non sogna se non riesce a dormire, rimane giù all'inferno se non riesce a salire

[Strofa 2: Simo (GDB)]
Sveja presto, le 7 convocato, appena il tempo di ripijamme 7.10 vado a pijare
7.15 arrampicato sull'americana cambio passo programmato pe' n'altra mazzata
Venti metri sotto a me il cantiere prende vita
Sotto a n'sole che te 'nvita a cambià proprio vita
Con la gente n'cerca de 'na via d'uscita
So' cosciente che tanto un aiuto nun ce arriva
Dalla parte dell'operaio
Non da quella de chi parla steso su una sdraio
A bordo vasca se la ride mentre ne da n'paio
Giorno dopo in parlamento vota n'artro tajo, essì
Dalla parte de chi se fa er culo
Anti-lobby, anti-tasse, n'ce n'è pe' nessuno
A testa bassa dritti contro n'muro, nun cambiamo, puoi chiamarci lo zoccolo duro

[Ritornello: Simo (GDB) & Il Turco]
Dalla parte dell'operaio, carte false pe' resiste, pe' dacce n'tajo
Te statte calmo e stacce a n'palmo, non pensare che cambio che tanto non cambio

Spacca l'opinione 'sto stile, ne giacca ne cravatta ne un copione da seguire
La gente non sogna se non riesce a dormire, rimane giù all'inferno se non riesce a salire

[Strofa 3: Supremo 73]
Carico e scarico furgoni da quando esisto
Vado avanti e insisto
Fine mese arriva presto
Me piace o non me piace, conta questo
Me fa magnà e me ce vesto, il resto non fa testo
Dalla parte di chi esegue, non de chi comanda
Dalla parte di chi insegue una vita più calma
Io c'ho una testa da mantenè salva
Qui non c'è festa, c'è una società ingorda che plasma
Anime e vite, ammazza chi pensa
Mors Tua Vita Mea come sentenza
E intanto un altro giorno avanza
Ancora chili e sudore per un tozzo di pane in panza
Operaio mo resistenza, operaio e stop, stop alla pazienza
Qui non si aspetta, tocca spigne a oltranza
Non c'è sosta pe' un altra giornata intensa
[Ritornello: Simo (GDB) & Il Turco]
Dalla parte dell'operaio, carte false pe' resiste, pe' dacce n'tajo
Te statte calmo e stacce a n'palmo, non pensare che cambio che tanto non cambio

Spacca l'opinione 'sto stile, ne giacca ne cravatta ne un copione da seguire
La gente non sogna se non riesce a dormire, rimane giù all'inferno se non riesce a salire