toggle menu

Lucci & Ford78 - Macerie prime



[Strofa 1]
Anche sto giorno passa piano, passa lento
Come quando passo il tempo steso sul divano
Ricordi quei progetti che avevamo
Li vedi i nostri volti nello specchio assomigliare a quelli che odiavamo
Stringo la lama nella mano, per farmi male
Per ricordare ch sono e chi eravamo
La promessa del futuro quanto vale
È una presa per il culo a quanto pare
Non basta per lasciare stare
Faccio ricorso alla mai tigna proverbiale
Una altro morso a questa vita
Un altro sorso di cordiale
Sto discorso che non so come iniziare tanto per non sbagliare
Intanto metto un vaffanculo nel finale
Vaffanculo, vaffanculo a tutti qua
C'hanno detto il mondo è vostro
Grazie per sta eredità
Torturato la speranza, celebrato la mediocrità
E adesso? canticchiamo il ritornello va

[Sample]
Daydream
I fell asleep amid the flowers
For a couple of hours
On a beautiful day
Daydream
I dream of you amid the flowers
For a couple of hours
Such a beautiful day
[Strofa 2]
Trentaquattranni e me li danno da quando ce ne ho diciotto
Non c’ho voglia di fa n cazzo perché ho fatto troppo
Il lavoro paga, ma non ti paga chi ti da il lavoro
Problema nostro? conto in banca loro
La mia generazione è quella che ha subito un furto
Quindi per disperazione applaude a tutto quello che è brutto
Finto nichilismo per nascondere che siamo in lutto
Dacci il nostro meme quotidiano dai che passa tutto
Non cambia niente soltanto nomi nuovi e cose vecchie
Crediamo alle bugie strillate nelle orecchie
Me le ricordo ste promesse dei tempi in cui saremmo diventati astronauti o dottoresse
Le certezze si trasformano in può essere
Le stesse compromesse dallo stress e dal tuo tasso di interesse
Teniamo l'ansia a bada con le gocce e le compresse
Guardaci ballare su macerie di benessere

[Sample]
Daydream
I fell asleep amid the flowers
For a couple of hours
On a beautiful day
Daydream
I dream of you amid the flowers
For a couple of hours
Such a beautiful day