toggle menu

Mia Martini - Il fiume dei profumi



Amore, ti scrivo da molto lontano
Ma non so dirti il giorno e nemmeno l’ora
Amore, ti mando un bacio grosso e vero
Tanto che sento sulle labbra la tua saliva
Qui fa caldo e la notte non ha fine
E le carezze sono bombe che non mi fanno dormire

Amore, tra poco cambiamo postazione
Ci incamminiamo verso il fiume dei profumi
Dove i soldati dalla riva scrivono poesie
E ritrovano i sapori familiari

Amore, fosse l’ultima cosa
Appena torno, ti porto in Europa
Questa guerra finirà
Amore, se mi pensi ancora
Se fai fatica, ricorda quel ballo italiano
E vedrai che non siamo lontani
Come ti chiami? Ci siamo già incontrati noi?
Classica frase per incominciare a ballare
Ma chiamami come vuoi tu e fammi ballare così
Così

Amore, mi scrivi dal fiume dei profumi
Dove, oltre alle foglie, galleggiano i ricordi
Le cose che a volte sembravano banali
Vissute da lontano, diventano le più grandi
E questa terra in fondo a noi, a noi non appartiene
Arriverà la pace e ti riporterà
Amore, fosse l’ultima cosa
Appena torno ti porto in Europa
Questa guerra finirà
Amore, se mi pensi ancora
Se fai fatica, ricorda quel ballo italiano
E vedrai che non siamo lontani, lontani
Ma come ti chiami?